Home»Ricette Cocktail»Bitter is Better, il drink di Jonathan Bergamasco

Bitter is Better, il drink di Jonathan Bergamasco

0
Shares
Pinterest WhatsApp

Il drink di oggi arriva dal Piemonte, precisamente da Vercelli. Jonathan Bergamasco, bar manager di Portico 4 Café & Lounge Bar, ci propone infatti la ricetta del suo “Bitter is Better“, cocktail a base di bourbon che regala piacevoli sorprese al palato.

L’ispirazione del cocktail

Un drink che esalta le qualità del Kentucky bourbon per eccellenza, il Jim Beam, che in miscelazione è come puntare sul cavallo vincente: impossibile sbagliare. Invecchiato per almeno 4 anni, come da tradizione, frutto della distillazione a bassa temperatura di un mix di cereali quali granoturco, segale e orzo. Questi riempiono l’aroma dolce, che svela sentori di vaniglia e fieno falciato, frutta secca, miele ed erbe aromatiche. Vaniglia qui esaltata da uno sciroppo, che si lega all’amaro del bitter e alle note di caffè.

Bitter is Better, la ricetta del drink

Bartender 

Jonathan Bergamasco (Portico 4 café & lounge bar – Vercelli)

Ingredienti

  • 30 ml Jim Beam bourbon
  • 20 ml bitter
  • 10 ml sciroppo alla valigia
  • 30 ml Cold Brew coffee ‘Spillo’

Bicchiere

Old Fashioned

Garnish

arancia grigliata

Preparazione

  • Il drink si prepara con la tecnica build direttamente in un bicchiere Old Fashioned, precedentemente raffreddato.
  • Versare il Jim Beam bourbon e tutti gli altri ingredienti, miscelare e aggiungere un cubo di ghiaccio.
  • Miscelare e, una volta raffreddato adeguatamente, decorare con dell’arancia grigliata o quello che la fantasia suggerisce.
Previous post

Cocktail alcol free: 3 grandi classici con il gin analcolico Sabatini

Next post

Laphroaig 10yo, il whisky che arriva dal mare

No Comment

Rispondi