Home»Aperitivo»Piña Colada e merluzzo al cocco | Ricette Cocktail & Food

Piña Colada e merluzzo al cocco | Ricette Cocktail & Food

0
Shares
Pinterest WhatsApp

Quello che ti proponiamo oggi è un aperitivo dalle forti influenze caraibiche: Piña Colada e merluzzo al cocco.

Lorenzo Uberti, bar manager del Bianca Relais di Oggiono, ci fa vedere come preparare il celebre cocktail, mentre Fabrizio Albini, cuoco della Compagnia degli Chef, ci mostra come cucinare in pochi passaggi il giusto abbinamento per il drink.

pina colada cocktail ricetta

Piña Colada | Ricetta Cocktail

Long drink dal tenore alcolico medio, la Piña Colada sembra essere stata servita per la prima volta a Porto Rico. Per la preparazione del cocktail, l’ideale è avere tutti gli ingredienti molto freddi, in modo da non dover aggiungere ghiaccio. Il risultato sarà così più aromatico e concentrato.

A tavola, la Piña Colada si sposa perfettamente con il pesce.

Ingredienti

  • 3 cl Rum bianco
  • 9 cl succo di ananas
  • 3 cl latte di cocco

Preparazione

  • In uno shaker versare rum bianco, succo d’ananas e latte di cocco.
  • Shakerare.
  • Versare in un bicchiere colmo di ghiaccio.
  • Decorare con una fettina d’ananas.
Pina colada e Merluzzo

Merluzzo al cocco | Ricetta Food

La ricetta pensata da chef Albini per accompagnare la nostra Piña Colada è davvero facile. Si fa rosolare la cipolla con il burro, si aggiunge il latte di cocco – ingrediente comune con il drink – e poi si mette in padella il merluzzo. E il gioco è fatto! Si condisce con sale, pepe e lemon grass e si serve in modo creativo. In questo caso lo chef ha scelto delle chips di tapioca, ma siamo liberi di usare la fantasia.

Ingredienti

  • 30 g merluzzo dissalato
  • 10 g cipolla
  • chips di tapioca
  • 50 g crema di cocco
  • 1 stecca di lemon grass
  • sale maldon
  • pepe

Preparazione

  • In una padella far rosolare la cipolla con il burro.
  • Versare il latte di cocco e aggiungere il merluzzo dissalato.
  • Aggiungere sale, pepe e lemon grass.
  • Servire su chips di tapioca.
Previous post

Categorie dei cocktail: le famiglie in cui si dividono i drink

Next post

Tu la conosci Dorothy? Il drink di Ilaria Bello

No Comment

Rispondi