Home»Ricette Cocktail»Can Be Sweet, il drink ispirato a Toro Scatenato

Can Be Sweet, il drink ispirato a Toro Scatenato

0
Shares
Pinterest WhatsApp

Il drink d’ispirazione cinematografica di oggi arriva da Alessio Giovannesi. Il bar manager del Ristorante Baccano di Roma, entrato in 70ma posizione nella classifica del The World’s 50 Best Bars 2019, ha ideato infatti Can Be Sweet, un cocktail omaggio a “Toro Scatenato”, celebre film di Martin Scorsese del 1980.

L’ispirazione: Jack La Motta

Il drink – ispirato alla vera storia del pugile italiano Jake La Motta, campione del mondo negli anni Cinquanta e interpretato magistralmente da Robert De Niro – è di fatto un twist sul Manhattan Cocktail. Il cocktail si chiama ‘Can be sweet’ perché, come nel film, la vita può offrire mille opportunità, ma se non si ha la costanza di mantenere tale fortuna, può diventare un’arma a doppio taglio e La Motta ne è l’esempio, con il suo stile di vita. Citando Shakespeare, ‘il mondo intero è un palcoscenico’. Il tutto unendo il sapore del bourbon del Kentucky Maker’s Mark, equilibrato, ricco e vellutato,  con percezioni fruttate, speziate, fresche e piccanti di eucalipto e torta allo zenzero e del Vermouth Del Professore, frutto della joint venture tra il Jerry Thomas Project di Roma e la distilleria Quaglia, prodotto con moscato bianco langarolo, a cui è stato aggiunto alcool purissimo e di raffinata distillazione e una quindicina tra erbe aromatiche e officinali raccolte sui declivi alpini che contornano Torino oltre a delle spezie.


Scopri qui tutti gli altri drink ispirati al mondo del cinema


Can Be Sweet: la ricetta del cocktail

Barman

Alessio Giovannesi (Ristorante Baccano – Roma)

Ingredienti

  • 45 ml Vermouth Del Professore 
  • 45 ml Maker’s Mark bourbon infuso al dattero
  • 3 gocce angostura bitter
  • 3 gocce Peychaud’s bitter

Bicchiere

coppetta

Garnish

amarena

Preparazione

  • Per il Maker’s Mark bourbon infuso al dattero, lasciare riposare 200 gr di datteri in una bottiglia di bourbon per 12 ore e filtrare.
  • Quindi, con la tecnica dello Stir and Strain versare e mescolare tutti gli ingredienti in un mixing glass pieno di ghiaccio per dare la giusta diluizione, fare in modo che il drink arrivi alla giusta temperatura e versare in una coppetta, con un side di amarena.
Previous post

Deep Red, il drink ispirato al film Profondo Rosso

Next post

The Whisky Blonde, il drink ispirato a Quando la moglie è in vacanza

No Comment

Rispondi