Home»Ricette»Vampire’s Breakfast, il drink di Dracula

Vampire’s Breakfast, il drink di Dracula

0
Shares
Pinterest WhatsApp

Sabina Yausheva, bartender del Bar Julep dell’Hotel de la Ville di Roma, ci prepara un Vampire’s Breakfast, drink ispirato a Dracula di Bram Stoker, film di Francis Ford Coppola del 1992.


Scopri tutti gli altri drink legati al mondo del cinema


L’ispirazione: Dracula di Bram Stoker

Immaginiamo di trovarci in un castello alle prime luci dell’alba, quando la nebbia che inghiottiva le mura piano piano si dirada. Si sentono alcuni rumori provenienti da un elegante salone dai divani rossi, ci affacciamo un po’ intimoriti e vediamo che, dietro a un bancone bar, c’è un uomo con un lungo mantello e dai canini sporgenti, che sta preparando una qualche sorta di pozione con vistose bottiglie. Dopo aver agitato vigorosamente lo vediamo servirci un liquido color avorio in una coppa finemente decorata. Rum, latte di mandorla, cannella, amarene, vaniglia… eccoci serviti un Vampire’s breakfast direttamente dal Conte Dracula!

Vampire’s Breakfast, la ricetta del cocktail

Bartender

Sabina Yausheva (Bar Julep, Hotel de la Ville – Roma)

Ingredienti

  • 4,5 cl latte di mandorla
  • 3,5 cl rum Don Papa
  • 1,5 cl Rosolio di cannella Pallini
  • 1 cl Sciroppo vaniglia Pallini
  • 2/3 gocce di Sciroppo amarena Pallini

Bicchiere 

Coppa

Garnish

1 mora e 1 fettina di arancia disidratata

Preparazione

  • Mettere una coppa in frigo per raffreddarla, durante i tempi di preparazione del drink.
  • Quindi, versare all’interno di uno shaker tutti gli ingredienti escluse le gocce di sciroppo di amarena che serviranno in un secondo momento, per decorare il bicchiere.
  • Riempire di ghiaccio e agitare energicamente per 8/10 secondi.
  • Con un passino e uno strainer, filtrare il contenuto nella coppa freddata precedentemente.
  • Sui bordi del bicchiere versare qualche goccia di sciroppo di amarena per dare un “effetto sangue” e posizionare sopra, con l’aiuto di uno stecchino, una mora con una fettina di arancia essiccata.
Previous post

Vini siciliani

Next post

Cuba Libre e paté di fegato |Ricette Cocktail & Food

No Comment

Rispondi